Incontri memorabili | don Pierino Galeoni

Don Pierino Galeoni (fondatore dei "Servi della sofferenza")

L'incontro con don Pierino è stato quasi un'avventura.

Al mio primo incontro (esame) con don Giuseppe Russo su richiesta di mons. Emanuele Tagliente per un possibile concerto da realizzarsi a san Giovanni Rotondo per il 25° del pontificato di Giovanni Paolo II ebbi un cinque scarso.

Infatti, dopo avermi sentito parlare e constatato il mio modo di pormi quantomeno aggressivo e senza spazi possibili ne sconti per nessuno, soprattutto per quanto riguarda il rapporto uomo-Dio, lo vidi alquanto perplesso e preoccupato, deciso quasi a declinare l'invito fattomi per un mio probabile concerto.

Ci volle tutta la mia astuzia per poter nascondere tutto quello che avevo intenzione di fare perché essendo abbastanza fuori da ogni canone (comunque inesprimibile se non su un palcoscenico) per renderlo intellegibile e farlo quindi apprezzare avrei dovuto fare un concerto solo per lui. Ma come Dio volle mi confermarono il concerto anche se con molte raccomandazioni fino a pochi minuti prima del concerto visto che era presente anche il cardinal Josè Saraiva Martins.

Sono sicuro però che la situazione esatta ed il racconto fatto da don Giuseppe Russo alla rivista dei "Servi della Sofferenza", merita di essere riportato per intero, cosa che io faccio con immenso piacere.

e se invitiassimo Marcello Marrocchi

Nacque la mia amicizia con la congregazione dei "Servi della sofferenza" e con il loro fondatore don Pierino Galeoni.

Tornando più di una volta a San Giovanni Rotondo, in una di queste occasioni ebbi il piacere di fare un altro concerto in onore di don Pierino Galeoni in occasione ...e proprio in quella occasione dedicai a don Pierino una canzone raccontando la sua vita e la sua amicizia con Padre Pio sin da quando gli faceva da chierichetto.

La canzone si intitola: "Pierì, Pierì, Pierì" - Clicca sulla nota per ascoltare

Grazie don Pierino per l'accoglienza e per l'affetto da te ricevuto, grazie per il pezzetto di stoffa profumatissimo (reliquia di P.Pio ) che ogni tanto ci facevi sentire, ma soprattutto grazie per la Madonnina che mi hai regalato quando mi sono venuto a confessare da te e che ora campeggia sul mio comò vicino al letto. Voglio ringraziare anche madre Giorgina per la sua accoglienza oltre a don Giuseppe Russo, mons. Emanuele Ancora l'architetto ...e tutte le ragazze del meraviglioso albergo.

È doveroso ringraziare inoltre in questo incontro la testimonianza di affetto dimostratami da Valentina Saporito - Laura Rampi - Maria Paola e Daniele De Matteis - Antonio Russo - Paolo e Maria Laruccia -.

È doveroso perché testimoniano il loro amore cresciuto sotto le ali amorose di don Pierino e lo riversano su chi gli vuole bene; Infatti, oltre al dono di cinque video che accompagnano cinque delle mie "parabole, all'inizio di ogni parabola ci sono "immagini di vita vissuta" con don Pierino a dimostrazione del loro affetto per lui del quale io ho beneficiato. I cinque video Graditissimi e bellissimi sono a disposizione di tutti su questo sito.